header-banner-image

D.Lgs. 231/01

Modello 231 in ambito Aeroportuale

Data: 20 Dicembre 2018 Ore: 11:17

Il Modello Organizzativo di Gestione e Controllo 231.

L'art. 6, comma 2, del decreto legislativo n. 231/2001 indica le caratteristiche essenziali di un Modello di organizzazione, gestione e controllo riferendosi espressamente ad un sistema di gestione dei rischi in un'ottica di compliance integrata. Le principali fasi per la definizione del Modello 231, indicate anche da Confindustria nelle proprie Linee Guida per la costituzione dei Modelli 231, sono le seguenti:
• Identificazione dei rischi potenziali mediante analisi del contesto per l'individuazione delle attività nel cui ambito possono essere commessi i reati:
• Progettazione del sistema di controllo interno:
• Costituzione di un Organismo di Vigilanza i cui membri soddisfino specifici requisiti di autonomia, indipendenza, professionalità e continuità d'azione, con previsione di flussi informativi verso lo stesso.
• La predisposizione di un adeguato sistema disciplinare e sanzionatorio per i casi di violazione del Modello 231.

Il Modello 231 deve necessariamente prevedere specifici flussi informativi verso l'Organismo di Vigilanza al fine di consentirne le attività di controllo.


Modello 231/01 esimente per l'Azienda
Il modello organizzativo 231 è un Sistema di Gestione esimente per l'Azienda, solo se realizzato attuato ed implementato correttamente.
L’azienda che avrà adottato il modello 231, potrà rafforzarlo ulteriormente certificandosi con un organismo accreditato da Accredia anche adeguandosi alle seguenti normative:
- ISO 45001 Sistemi di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro requisiti e guida per l'uso;
- ISO 14001 Sistemi di gestione Ambientale requisiti e guida per l'uso;
- ISO 37001:2016 Sistemi di gestione per la prevenzione della corruzione requisiti e guida all'utilizzo;
e con riferimento a ISO 31000 Gestione del Rischio Principi e linee guida.

Certificare la 45001 la 14001 e la 37001 con un'organismo accreditato da Accredia è indubbiamente per l'azienda una forte tutela per quanto riguarda i reati sulla sicurezza 81/08 i reati Ambientali e la Corruzione. Infatti la verifica della conformità legislativa e dell'effettiva applicazione di quanto stabilito dalla norma è proprio la principale attività che l'Organismo di Certificazione terzo ed indipendente svolge in maniera continuativa sulle attività aziendali (le verifiche sono non solo iniziali ma anche periodiche nel tempo e sono svolte da professionisti qualificati). Con tali requisiti il Sistema ha pertanto altissime probabilità di essere giudicato efficacemente attuato, circa i reati suddetti, da parte del Giudice, facendo valere l'esimente della responsabilità penale dell'azienda.


Consulenza Modello Organizzativo 231

Consulenza Integrata S.r.l. esperta in D.Lgs. 231/01 in ambito aeroportuale.