header-banner-image

Qualità ISO 9001

La nuova ISO 9001:2015 e l'evoluzione della gestione per la qualità

Data: 11 Dicembre 2017 Ore: 13:31

UNI-Rivista U&C
Dossier
La nuova ISO 9001:2015 e l'evoluzione della gestione per la qualità
A cura di Marco Cibien - Funzionario Tecnico Area Normazione UNI
Il 23 settembre 2015 è stata pubblicata la nuova edizione (la quinta) della ISO 9001. Se nel 2008 la revisione della "storica" Vision 2000 era stata - volutamente - di tipo formale, senza cioè modifiche significative nei requisiti di norma, la nuova edizione presenta un forte potenziale d'innovazione.
Non è tanto una questione di specifici requisiti, quanto d'impostazione, di modello concettuale di riferimento. La ISO 9001:2015 è stata infatti edificata attorno alla nuova struttura di alto livello, elaborata da ISO, comune a tutte le norme di sistemi di gestione, presenti e future, altresì nota come HLS. Grazie a questo nuovo "DNA", la nuova ISO 9001 - notoriamente percepita dal mercato come "la madre di tutti i sistemi di gestione" - dovrebbe aprire un nuovo ciclo non solo per la gestione per la qualità ma, in prospettiva, per tutti i sistemi di gestione. Se la Vision 2000 ha fatto sì che termini come approccio per processi, PDCA, orientamento (d'ora in poi focalizzazione!) al cliente, miglioramento continuo, diventassero via via patrimonio culturale di migliaia di organizzazioni, la ISO 9001:2015 amplierà tali concetti, secondo un approccio evolutivo, sulla base di direttrici quali risk-based thinking, contesto dell'organizzazione, informazioni documentate.
Al di là dei termini, si potrebbe essere in presenza di un svolta comparabile a quella veicolata dalla già citata Vision 2000 (che rappresentò il passaggio storico da un approccio di tipo "contrattualistico", che permeava le norme della serie ISO 9000 elaborate negli Anni '80 e '90, ad uno focalizzato sui processi dell'organizzazione). Nella nuova edizione della norma l'organizzazione si apre verso una maggiore comprensione e consapevolezza del contesto esterno, delle esigenze e aspettative non solo del cliente, ma di tutte le parti interessate rilevanti per il suo successo, ed è chiamata a declinare i requisiti tipici del sistema di gestione per la qualità in maniera non "meccanica", bensì ponderata, coerente con i suoi indirizzi strategici complessivi di business e secondo un approccio basato sulla capacità di gestire i rischi e cogliere le opportunità, da integrarsi con il consolidato approccio per processi ai fini di una sua evoluzione.
Nel presente dossier, a seguito di un riepilogo del processo di revisione, si approfondiranno pertanto le principali innovazioni della ISO 9001:2015, con particolare attenzione ai prevedibili impatti applicativi sui differenti stakeholder, dalle organizzazioni interessate all'applicazione della norma sino agli attori coinvolti nel processo di audit.La sfida lanciata dalla nuova ISO 9001 è ambiziosa ed il suo successo è altresì correlato alla capacità, di tutti gli stakeholder pertinenti, di rendersi interpreti coerenti, per le rispettive competenze, del potenziale innovativo di cui la norma è portatrice. Solo in questa maniera sarà possibile diradare le nubi addensatesi sul futuro dei sistemi di gestione in riferimento al tema della credibilità delle certificazioni e ridare slancio e sostanza ad uno dei prodotti fondamentali del mondo della normazione.


Consulenza Qualità ISO 9001

ALLEGATI
Dossier ISO 9001
Scarica l'allegato