header-banner-image

Salute e Sicurezza sul Lavoro

Titolo IV Cantieri Temporanei o Mobili

Data: 17 Novembre 2022 Ore: 10:32

Pre.Vi.S.: il sistema di monitoraggio dei fattori di rischio lavorativo attraverso l'attività di vigilanza.
Il modello di analisi Pre.Vi.S (Prevenzione, Vigilanza e Soluzioni) è stato definito con lo scopo di registrare i fattori di rischio presenti nei luoghi di lavoro e gli interventi prescritti che emergono dall’attività di vigilanza degli Ufficiali di Polizia Giudiziaria (UPG) delle ASL.

L’analisi viene effettuata, dunque, su ogni singolo verbale di prescrizione redatto in fase di sopralluogo in azienda e fornito al sistema Pre.Vi.S privo di dati sensibili. Ogni verbale può contenere una o più violazioni e ogni violazione, a sua volta, può avere ad oggetto più problematiche specifiche. 
Edizioni Inail - 2022
Pre.Vi.S.: il sistema di monitoraggio dei fattori di rischio lavorativo attraverso l'attività di vigilanza (.pdf - 2,11 mb)


I FATTORI DI RISCHIO, I PERICOLI E GLI INTERVENTI PRESCRITTI

In questa sezione viene illustrato il quadro emerso dopo la lettura e la classificazione delle informazioni contenute in ogni verbale, soffermandosi in modo particolare sulla descrizione di quanto accertato e prescritto durante il sopralluogo in azienda o nel cantiere. Tali dati sono stati classificati in modo sistematico secondo le principali tre variabili del modello Pre.Vi.S, di seguito indicate.

Fattore di rischio: è la specifica problematica riscontrata in azienda. Le modalità della variabile sono state definite in coerenza con il d.lgs. 81/2008 e con i problemi di sicurezza già rilevati con il sistema Infor.MO nel cui ambito viene già utilizzata per classificare ulteriormente i casi in archivio. Ai 25 fattori di rischio già utilizzati nel Sistema Infor.Mo è stata aggiunta la voce ‘26. Aspetti gestionali', per accogliere le problematiche relative ad assenza/carenza di adempimenti (ad esempio: nomine, verifiche periodiche, ecc.) o mancata gestione di processi (ad esempio: carente valutazione dei rischi, mancata vigilanza da parte dei preposti, mancato coordinamento da parte del coordinatore per l’esecuzione dei lavori o dell’impresa affidataria, mancata programmazione della manutenzione, ecc.).

Intervento prescritto: è strutturata sulla logica degli interventi di prevenzione volti a migliorare i vari aspetti dell’organizzazione dei luoghi e delle attività di lavoro di un’azienda, che vengono distinti in Tecnico, Procedurale e Gestionale.

Famiglia dei pericoli: è collegata al fattore di rischio riscontrato con la violazione e la classificazione usata corrisponde al modulo n. 2 delle procedure standardizzate per la valutazione dei rischi emanate con il Decreto Interministeriale 30 novembre 2012.


Sicurezza sul Lavoro
 
Salute e Sicurezza sui luoghi di Lavoro D.Lgs. 81 Incarico RSPP - DVR - DUVRI - PSC - PSS - POS