header-banner-image

Salute e Sicurezza sul Lavoro

Infortuni in Itinere

Data: 19 Novembre 2019 Ore: 14:17

Gli Incidenti con Mezzi di Trasporto

Estratto: CAPITOLO 1. BANCHE DATI NAZIONALI INCIDENTALI E OCCUPAZIONALI E LORO INTEGRAZIONE

L’informazione statistica sull’incidentalità stradale e sugli infortuni sul lavoro stradali è prodotta in primo luogo dall’Istat e dall’Inail. La base dati Istat è frutto di una rilevazione di tutti gli incidenti stradali verificatisi sul territorio nazionale che hanno causato lesioni alle persone. I dati sugli incidenti stradali, forniti dalla Polizia stradale, Carabinieri, Polizie locali e altri organi, sono raccolti con la compartecipazione di Aci (Automobile club d’Italia), di alcune Regioni e delle Province e aderenti ad un Protocollo di intesa con l’Istat e convenzioni. L’Inail utilizza i propri archivi gestionali per alimentare, attraverso la costituzione di un data mart statistico, le proprie banche dati e gli open data istituzionali fornendo statistiche sugli infortuni sul lavoro avvenuti e denunciati all’Istituto. Ai fini degli obiettivi del gruppo di lavoro è stata costruita una base dati ad hoc per le statistiche descrittive del fenomeno infortunistico sul lavoro con mezzo di trasporto coinvolto e per l’integra-zione con l’archivio Istat sugli incidenti stradali. Nel capitolo sono descritte le principali caratteristiche degli incidenti stradali di fonte Istat e degli infortuni sul lavoro stradali di fonte Inail nel periodo 2011 - 2015. I risultati ottenuti hanno consentito di stimare nel 2015, giornalmente, 478 incidenti stradali con lesioni a persone, 9 persone decedute e 676 ferite secondo la fonte Istat e 250 infortuni sul lavoro stradali denunciati di cui 3 eventi mortali ogni due giorni secondo la fonte Inail. Vengono, infine, descritte la metodologia eseguita per il record linkage, effettuata per il solo anno 2015, le caratteristiche dei due archivi e le variabili prese in esame per lo studio.


Sicurezza alla guida - Effetti dell'uso di alcol, droghe e farmaci
Il Codice della Strada prevede sanzioni per chi conduce veicoli in condizioni psicofisiche alterate conseguenti all’assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope. Nell’opuscolo viene richiamata l’attenzione sugli effetti di buona parte di tali sostanze che interferiscono con la destrezza, la lucidità, la regolarità e la prontezza di riflessi, parametri indispensabili per una guida corretta e sicura.


Consulenza Salute e Sicurezza sul Lavoro